Domenica 14 aprile 2024 – La grande Caccia al Tesoro di Ostia

Caccia al tesoro di Ostia
VIII Edizione

Domenica 14 aprile 2024

La grande Caccia al Tesoro ciclosolidale

Eccoci! Anche quest’anno avrà luogo la VIII edizione della grande Caccia al Tesoro Ciclosolidale di Ostia, organizzata dalla nostra associazione. Siamo alla ottava edizione, ed ancora ci spendiamo per organizzare questa gara che aiuta chi ne ha bisogno, diverte tutti e, soprattutto, diffonde sempre più la cultura della bicicletta in opposizione a quella delle auto. La formula della gara sarà quella dello scorso anno, con finalità che vanno aldilà del semplice divertimento e voglia di vincere: abbiamo sponsor per offrire premi ai vincitori e le quote raccolte dai partecipanti saranno devolute in beneficenza ad un’associazione locale.

Partecipate, partecipate, partecipate, divertimento assicurato.

Vi invitiamo a formare una squadra, se non ci riuscite vi agganceremo noi ad una preesistente il giorno della Caccia, dategli un nome, leggete il regolamento, compilate il modulo di iscrizione e la liberatoria ed inviatelo dove indicato. La somma dovuta sarà possibile consegnarla prima della gara.

L’iscrizione quest’anno avrà un costo, invariato, a partecipante di 10€ per gli adulti e 5€ i minori di 14 anni. I minori di 6 anni parteciperanno gratis.

Tutti i dettagli e i moduli d’iscrizione QUI.

Vai sulla pagina dedicata alla Caccia al Tesoro 2022

Domenica 24 marzo 2024 – Nobildonne e cortigiane romane

Una bella passeggiata nel centro storico della Roma…de na vorta. Una 15ina di Km tra vicoli e monumenti alla ricerca delle tracce di alcune delle donne e cortigiane che sono nate o hanno avuto a che fare con Roma.

Difficoltà: Il percorso non presenta difficoltà, tutto su asfalto, adatto ad ogni tipo di bici.

Appuntamento: Appuntamento alla stazione Porta San Paolo (Piramide) alle 9:45. Per chi viene da Ostia c’è un treno alle 9:02 che parte da Lido Centro. Il ritorno è previsto per le ore 13:00.

Costi: 2€ (per i soci FIAB) necessari all’assicurazione RC, mentre per i non soci 5€ (RC e infortuni).

Raccomandazioni:

  • Si raccomanda di fare un check up alla bici con particolare riguardo ai pneumatici (gonfi) e ai freni.
  • Portare almeno una camera d’aria di scorta e kit per riparazioni.

Attenzione: L’uscita verrà rimandata con condizioni meteo avverse. Verrà formato un gruppo WhatsApp per tenersi in contatto (indicare nella prenotazione il proprio numero telefonico) e si verrà avvisati in caso di rinvio.

Prenotazione: tramite mail: info@ostiainbici.it

GuidaPatrizia C.

Domenica 17 marzo 2024 – Da Civitavecchia alle saline di Tarquinia

ATTENZIONE: posti esauriti.

Per domenica abbiamo in programma una gita da Civitavecchia alle Saline di Tarquinia ormai inattive dal 1997. Situate a ridosso del Porto Clementino le Saline hanno origini antiche risalenti all’ epoca Etrusca e Romana. Furono abbandonate nel Medioevo per essere riattivate nel 1802. Verso la fine dell’ 800 fu costruito un piccolo borgo soprattutto per la lavorazione del sale e per ospitare i lavoratori. Nel 1980 fu istituita la Riserva Naturale delle Saline per l’ importanza della zona vista la varietà dell’ avifauna anche stanziale oltre che migratoria, specialmente fenicotteri rosa. Proprio nel borgo suddetto, ormai abbandonato, faremo la sosta pranzo (al sacco), dopo la passeggiata di circa 25 km.

Difficoltà: Il percorso non presenta difficoltà, tutto su asfalto, adatto ad ogni tipo di bici.

Appuntamento: Appuntamento alla stazione Ostiense alle 9,30. All’ andata prenderemo il treno dalla stazione Ostiense delle ore 9:53 mentre al ritorno da Civitavecchia alle ore 16:52.

Pranzo: al sacco

Costi: Il costo del biglietto è di € 4,60 andata , € 4,60 al ritorno più € 3,50 per il supplemento bici (vale 24h). A questo aggiungiamo i 2€ (per i soci FIAB) necessari all’assicurazione RC, mentre per i non soci 5€ (RC e infortuni).

Raccomandazioni:

  • Si raccomanda di fare un check up alla bici con particolare riguardo ai pneumatici (gonfi) e ai freni.
  • Portare almeno una camera d’aria di scorta e kit per riparazioni.
  • Borraccia.

Attenzione: L’uscita verrà rimandata con condizioni meteo avverse. Verrà formato un gruppo WhatsApp per tenersi in contatto (indicare nella prenotazione il proprio numero telefonico) e si verrà avvisati in caso di rinvio.

Prenotazione: tramite mail: info@ostiainbici.it

GuidaRoberto D.C.

Domenica 10 marzo 2024 – Stop al nuovo codice della strage

Domenica 10 ci sarà a Roma in piazza SS.Apostoli il presidio contro il progetto di riforma del codice stradale.

La manifestazione è a carattere nazionale e si svolge in varie altre città d’Italia.

FIAB è tra i promotori sia a livello nazionale che locale. FIAB Roma Ostia in Bici aderisce insieme alle altre associazioni federate del Lazio.

Vi invitiamo a partecipare.

N.B. abbiamo cancellato la gita già programmata per domenica: Terrazze sul fiume, su e giù lungo il Tevere per permettere una vostra sostenuta partecipazione all’evento. La gita prevista si farà in data da destinarsi.

Dettagli dell’evento:

Roma, Domenica 10 Marzo alle 11:00 a Piazza Santi Apostoli: Il presidio “𝗦𝗧𝗢𝗣 𝗔𝗟 𝗡𝗨𝗢𝗩𝗢 𝗖𝗢𝗗𝗜𝗖𝗘 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗦𝗧𝗥𝗔𝗚𝗘”, all’interno della 𝗺𝗼𝗯𝗶𝗹𝗶𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗻𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 contro la revisione del Codice della Strada proposta dal Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti.

Può una riforma del Codice della Strada peggiorare la sicurezza?

🔴 La risposta è si. Per questo Associazioni e cittadini romani hanno indetto un presidio. Tute bianche macchiate di sangue e maschere senza volto rappresenteranno la violenza subìta dalle vittime che ci sono state, e quelle che ci saranno in assenza di norme che tutelino davvero la vita delle persone.

Roma si mobilita, insieme a quasi 30 città in Italia, per fermare questa revisione del Codice della Strada, proposta dal MIT, che è attualmente in discussione in Parlamento, e ribadire “Stop al Nuovo Codice della Strage”.

Cittadini, Istituzioni, Associazioni. Chiamiamo tutti ad aderire partecipando alla mobilitazione in opposizione ad una riforma che:
– E’ contro la mobilità sostenibile, in particolare ciclabile poiché indebolisce regole e infrastrutture che tutelano la sicurezza degli utenti più vulnerabili;
– Non incide sulle principali cause di violenza sulle strade, prima fra tutte la velocità eccessiva;
– Limita pesantemente l’autonomia dei Comuni su controlli, gestione della mobilità, ZTL, aree pedonali, sosta regolamentata, accentrandola al Ministero anche tramite norme delegate.

Una riforma pesantemente insufficiente nel prevenire le principali cause di morte: velocità, guida distratta e mancata precedenza ai pedoni.

Una riforma che da una parte promuove “misure-vetrina”, come l’inasprimento di alcune pene per la guida in stato di ebbrezza, e dall’altra strizza l’occhio a chi vìola sistematicamente le regole.

Misure inefficaci e dannose che non migliorano ma addirittura aggravano l’insicurezza delle persone mettendo a rischio la salute pubblica, alimentando il conflitto stradale e limitando gli strumenti di controllo.

La riforma, a dire del Ministro, è fatta “per salvare vite”, ma di fatto alimenta la strage sulle strade.

La richiesta delle Associazioni e dei Cittadini è una: città vivibili e strade sicure, perché la sicurezza stradale ha un’altra direzione.

“Stop al Nuovo Codice della Strage” è promossa dalla piattaforma #Città30Subito a cui si uniscono associazioni e attiviste/i di tutta Italia.

Domenica 10 marzo 2024 – Terrazze sul fiume, su e giù lungo il Tevere – RIMANDATA a data da destinarsi

Domenica faremo un viaggio molto ondulato alla ricerca di bellissimi panorami sulla valle del Tevere.
Partiremo dalla fermata “Basilica San Paolo” e, presa la pista del Tevere a Ponte Marconi, incontreremo la chiesetta medievale di Santa Passera, la Torre di Teodora e la moderna e affascinante chiesa del Sacro Volto di Gesù.
Poi saliremo alla prima terrazza: Villa Bonelli, sede del Municipio XI, con il parco che affaccia sulla Magliana e sull’Eur. Passando lungo il crinale della collina, arriveremo alla seconda terrazza di via dell’Imbrecciato, con vista sulla valle dove una volta scorreva il Fosso di Papa Leone e oggi scorre il traffico di viale Isacco Newton.
Scenderemo alla Borgata Petrelli per poi risalire subito verso la terza terrazza, forse la più bella del nostro giro: il parco di Monte Cucco, con la Torre Righetti, immortalata da Pasolini in “Uccellacci e uccellini” e un magnifico panorama che si apre a 360° (vedi foto).
Scenderemo nuovamente in basso per scoprire i fantastici murales della borgata del Trullo e per fare una breve sosta per un cappuccino.
Ma le salite, sempre pedalabili e mai troppo dure, son lì ad aspettarci: dal Trullo saliamo verso la quarta terrazza di via delle Vigne, con un colpo d’occhio sulla valle del Fosso della Magliana e sulla Tenuta dei Massimi.
Di nuovo in discesa verso via della Magliana, che ci condurrà verso la quinta terrazza: la collina della Muratella. Qui passeremo vicino agli edifici abbandonati del Centro Direzionale Alitalia, cercheremo di entrare per un breve tratto nella Tenuta dei Massimi e ovviamente ci affacceremo sul Tevere.
Ridiscenderemo quindi verso la stazione Muratella della FR1 (chi vuole può tornare prima verso Roma con il treno, passaggi ogni mezz’ora a 28′ e 58′) e poi, passando per il Castello della Magliana e per il Warner Village, attraverseremo il GRA ed entreremo nell’area agricola dove è il bacino morto dell’ansa del Tevere raddrizzata con il “drizzagno” del 1940. Attraverseremo questo piccolo gioello naturalistico a pochi metri dal Raccordo ed arriveremo quindi al ponte di Mezzocammino e alla ciclabile del Tevere che ci porterà alla stazione di Tor di Valle, da dove riprenderemo il treno per Ostia o Roma.

Appuntamento: Domenica 10 marzo 2024, ore 9.15, davanti alla stazione metro “Basilica San Paolo“, presso il bar pasticceria Desideri.
Venendo da Ostia, la partenza del treno dal capolinea “C. Colombo” è alle 8.33, il passaggio a “Lido Centro” alle 8.40, ad “Acilia” alle 8.51. Da Roma si può arrivare con la metro B.

Percorso e difficoltà: Il percorso è di circa 35 km, con 4 salite mediamente impegnative. Si snoda lungo piste ciclabili, strade asfaltate (generalmente poco trafficate) e su 2 tratti di sterrato per circa 2 km, con possibilità di fango.
È preferibile utilizzare una mountain bike o una city bike, non bici da corsa.

Durata: mezza giornata abbondante (circa 5 ore).
Riprenderemo il treno per Ostia verso le 14.00.

Materiale informativo: sarà distribuito a tutti i partecipanti.
Chi vuole ricevere materiali video (immagini e filmati) o fotografici via WhatsApp, può dirlo al momento dell’iscrizione, indicando anche il proprio numero telefonico.

Note: portare l’attrezzatura per piccole riparazioni (camera d’aria di riserva, bomboletta, leve per il copertone, chiavi). È consigliato indossare il casco protettivo. Non dimenticare di controllare la bicicletta: ruote gonfie e meccanica in ordine (cambio, deragliatore, freni, ecc…
Portare borraccia per l’acqua e qualcosa da sgranocchiare.

Costi: come sempre 2€ per i soci (assicurazione infortuni) e 5€ i non soci (assicurazione RC, infortuni e contributo associativo). Possibilità di fare l’iscrizione all’associazione.

Prenotazione: e necessaria la prenotazione per permettere l’organizzazione dell’uscita e soprattutto per poter informare i partecipanti di eventuali variazioni al programma (in caso di pioggia la gita verrà rinviata).

Le prenotazioni debbono essere effettuate entro venerdì 8 marzo con una mail a: info@ostiainbici.it.

Guida: Romano V.