Domenica 28 febbraio 2021 – Sulle orme di Fellini

Domenica 28 febbraio 2021

Sulle orme di Fellini

con il libro “Fellini guarda il mare” uno degli autori vi guida lungo il litorale romano.

(Fellini guarda il mare, dei Merangoli editore, Anna Longo e Romano Puglisi, 1° Volume)

Copertina del libro: "Sulle orme di Fellini"Percorso: dalla stazione di Palidoro a Ostia, piazza dei Ravennati (pontile) – km 42 – percorribili con qualsiasi tipo di bicicletta, su strade asfaltate e con tratti normalmente trafficati.

Cominciamo sul mare della Dolcespiaggia a Passoscuro, ovvero il luogo dove il Regista giró la scena di chiusura del film La dolce vita (1960) un film che dopo alcune esitazioni a causa di alcune scene considerate scabrose allora, ebbe un successo indiscusso mondiale.

Lungo il litorale, in gran parte nella grande Riserva Statale del Litorale Romano, attraversiamo la bonifica di Torre in Pietra e Maccarese fino a raggiungere Fregene, città in cui Fellini ha scelto per stabilirsi un lungo periodo con la consorte Giulietta Masina, e dove spesso incontrava molti artisti, tra i quali il suo sceneggiatore Ennio Flaiano. Nella villa oggi a lui dedicata furono girate alcune scene del suo primo film come regista, Lo sceicco bianco (1952) con Alberto Sordi, che alla prima uscita non ebbe successo, ma che in seguito a delle modifiche del montaggio, venne accolto con grande favore. Nella villa della sua casa invece, furono girate molte scene di Giulietta degli spiriti (1965).

Passeremo quindi per Focene, dove la pregevole duna costiera fu set del film Satyricon (1969), film controverso, che lasciò qualche perplessità tra i critici più esigenti, come per La dolce vita per l’audacia delle scene.

Quindi, dopo Coccia di Morto giungiamo a Fiumicino, che è stata sede di molte location di film di grande successo, come La strada (1954) e Amarcord (1973).

Attraversiamo Isola Sacra, dove vi sono molte testimonianze romane, in ordina di successione: le Terme di Matidia recentemente restaurata, la Necropoli sui terreni ex O.N.C., la Basilica di S. Ippolito e Lucia e la Necropoli di Porto.

Arriviamo a Ostia raggiungendo il suo litorale, e qui sarete voi che ci abitate a parlarmi delle bellezze della vostra città.

Appuntamento: al binario della stazione Ostiense in tempo per prendere il treno per Civitavecchia in partenza alle 9.53, con biglietti già fatti. Si consiglia (per chi viene da Ostia), il treno delle 8.30 da Lido Centro. Rientro previsto entro le ore 14.

Prenotazione obbligatoria. E’ necessario leggere l’INFORMATIVA e scaricare, stampare e firmare il MODULO LIBERATORIA e inviarlo per posta elettronica (rispondendo a questa mail, non tramite WhatsApp) o portarlo alla partenza. I prenotati saranno aggiunti ad un gruppo Whatsapp creato appositamente per l’evento (e poi cancellato) per lo scambio di informative e foto, senza intasare il gruppo WA principale dell’associazione.

Costi: 3€ per i soci (perchè >20Km) e 5€ i non soci (comprende assicurazione RC e infortuni e contributo associativo). Possibilità di iscrizione all’associazione per il 2021.

Raccomandazioni:

– Bicicletta in ordine, ruote gonfie e ingranaggi funzionanti (Cambio, deragliatore, freni…)

– Portare la camera d’aria di ricambio adeguata alle ruote della propria bicicletta e gli attrezzi.

– Borraccia per l’acqua.

– MASCHERINA per quando saremo fermi e raggruppati.

Attenzione: In caso di pioggia o passaggio a zona sanitaria superiore al giallo la gita verrà rimandata.

Accompagnatore: Romano Puglisi