Domenica 8 settembre 2019 – La Riserva di Decima-Malafede e i laghetti della Sol

Domenica 8 settembre 2019

La Riserva di Decima-Malafede e i laghetti della Solforata

La gita dell'anno scorso...Virgilio nell’Eneide parla del santuario presso Albunea (dalle bianche acque sulfuree), sede delle tre fate Parca, Nona e Morta e dell’oracolo di Fauno, lo spirito divino del bosco, con la sua grotta (purtroppo non accessibile). Oggi il paesaggio di questo luogo mitico è caratterizzato dal giallo dello zolfo e da alcuni laghetti di colore diverso: il lago bianco (sempre in ebollizione), il lago rosso (una gigantesca cava di zolfo abbandonata, con solfobatteri che danno una colorazione rugginosa), il lago vermiglio (alimentato da una sorgente ferrosa) e il lago giallo-verde (pareti gialle di zolfo, acque verdognole e un faraglione al centro).
 
Per arrivare alla Solforata attraverseremo tutta la riserva di Decima-Malafede, una delle più grandi aree protette di Roma: percorreremo via del Risaro tra Vitinia e Tor de’ Cenci fino al Castello di Decima, seguiremo il fosso della Selcetta fino al laghetto delle tartarughe e alla cava di basalto, poi lungo la valle del Fosso di Malafede fino alla salita del Casale della Caccia verso Trigoria con un bellissimo panorama sulla riserva, e infine la strada lungo il Fosso di Trigoria che porta in vista di Pomezia. Più di venti chilometri praticamente senza auto.
Dopo il pranzo al sacco ai bordi del lago azzurro, prenderemo la via del ritorno passando a Pomezia per un caffé/gelato e scenderemo verso il mare, tornando a Ostia lungo la litoranea.
 
Appuntamento: Domenica 8 settembre 2019, ore 9.00, davanti alla stazione "Vitinia" della Roma-Lido.
 
Percorso e difficoltà: il percorso di andata (circa 25 km) si svolge al 90% su strade di campagna, in alcuni tratti con sassi e sabbia, senza traffico. Assolutamente non consigliata la bici da corsa: meglio mountain-bike o city-bike con ruote abbastanza larghe. 
Ci sono tre salite abbastanza impegnative ma non impossibili.
Percorso di ritorno (circa 30 km) tutto su strade asfaltate.
Totale uscita: circa 55 km.
Per chi non vuole fare il ritorno tutto in bici fino a Ostia, è possibile prendere il treno fino a Termini dalla stazione di Pomezia, a pochi chilometri dalla Solfatara. Orari (da Trenitalia.it): 15:08, 15:57.
 
Durata: tutta la giornata. 
Portare pranzo al sacco e molta acqua.
 
Materiale informativo: sarà distribuito a tutti i partecipanti.
Faremo un gruppo WhatsApp dei partecipanti all’uscita: chi vuole farne parte può dirlo al momento dell’iscrizione, indicando anche il proprio numero telefonico.
 
Note: portare l’attrezzatura per piccole riparazioni (camera d’aria di riserva, leve per il copertone, chiavi). È consigliato indossare il casco protettivo. Non dimenticare di controllare la bicicletta: ruote gonfie e meccanica in ordine (cambio, deragliatore, freni, ecc…).
 
Costi: come sempre 2€ per i soci e 5€ i non soci (comprende assicurazione RC e infortuni e contributo associativo). 
 
Prenotazione: È necessaria la prenotazione per permettere l’organizzazione dell’uscita e soprattutto per poter informare i partecipanti di eventuali variazioni al programma (in caso di pioggia la gita verrà rinviata).
 
Le prenotazioni debbono essere effettuate entro la mattina di sabato 7 settembre con una eMail a: info@ostiainbici.it.
 
Romano V.