24 aprile 2016 – Gita al lago di Bracciano

24 aprile 2016

Gita al lago di Bracciano – RIMANDATA a data da destinarsi

Il lago di BraccianoDomenica 24 aprile ritorniamo dopo un periodo di assenza al lago di Bracciano.

Il Lago di Bracciano, originariamente chiamato anche Lago Sabatino è un lago di origine vulcanica situato nel nord della provincia di Roma. La sua superficie di 57,5 km² ne fa l’ottavo lago italiano per estensione (il terzo del Centro Italia dopo il lago Trasimeno e quello di Bolsena). La sua profondità massima di 164 metri, a sua volta, lo rende il sesto lago italiano per profondità (il secondo del centro Italia dopo il lago Albano).

Il lago non presenta isole ed ha un piccolo emissario, il fiume Arrone, che origina sulla costa sudorientale e si getta nel mar Tirreno in località Maccarese. A due chilometri ad est del lago si trova il più piccolo lago di Martignano, anch’esso di origine vulcanica.

Sulle sponde del lago sorgono le tre città di Bracciano, sul lato occidentale, Anguillara Sabazia, su quello sudorientale, e Trevignano Romano, su quello settentrionale. Il lago di Bracciano, assieme al lago di Martignano, è una popolare località turistica e balneare. Nel 1999 l’area è stata dichiarata Parco Regionale.

La gita intende percorrere il tratto settentrionale tra Trevignano e l’Anguillara attraversando il bosco della Calandrina che offre un paesaggio unico con la vista da una discreta altezza dell’intero lago. Scenderemo dopo il pranzo a sacco a Trevignano per il caffè e, poi percorrendo il periplo del lago in senso orario raggiungeremo Anguillara per riprendere il treno per Roma.

Percorso:

Treno dalla stazione di Roma Ostiense per Viterbo con discesa a Oriolo Romano, si prosegue in bici su strade sterrate ed attraverso boschi a prevalenza castagno e faggi molto belli, si arriva ad una piazzola attrezzata con vista panoramica sul lago ove ci riposeremo e consumeremo i nostri panini. Si discende rapidamente a Trevignano e dopo un caffè (dopo un grande pranzo ci vuole sempre un caffè……..) tramite la statale Settevene Palo e poi deviazione in prossimità l’Acquarella si arriva all’Anguillara per riprendere il treno.

Il percorso prevede un 50% di strada sterrata con dislivelli facilmente superabili all’interno dei boschi ed un 50% di strada asfaltata, difficoltà media, bicicletta consigliata MTB. Totale km circa 45.

We shall overcome by bicycle!

ANDATA:
Ritrovo alla Stazione Roma Ostiense treno delle 8:52
Per Oriolo Romano di percorrenza h.1:15 circa, arrivo alle 10:11

RITORNO:
Treno da Anguillara alle ore 17:59, arrivo previsto a Roma Ostiense 18:54

Raccomandazioni:

  • Casco OBBLIGATORIO PER I BAMBINI, sia che pedalino sulla propria bici, sia che viaggino come passeggeri sul seggiolino della bici dei propri genitori.
  • Si raccomanda IL CONTROLLO EFFICIENZA BICI + cacciagomme e cameradaria di scorta
  • Chiavi per smontare le ruote per chi non ha lo sgancio rapido.
  • Lucchetto, per assicurare le bici durante le soste.
  • Gilet catarifrangente per eventuali tratti dopo il crepuscolo

Costi:

  • Per chi è iscritto all’associazione, versamento di 2,00 € per accendere l’assicurazione infortuni
  • Per chi non è iscritto all’Associazione deve versare 5,00 €.

Riferimenti:
Responsabile gita: “Paolo Bonucci” cell: 327 5861612 email: pb.bonucci@gmail.com

Conferma entro giovedì 21/04 per poter acquistare i biglietti del treno con lo sconto previsto dalla FIAB.
In caso di pioggia la gita viene rimandata a data da destinarsi.

Vi aspetto numerosi

Saluti Paolo