Domenica 13 novembre 2011 – L’acqua protagonista della Settimana Unesco

Domenica 13 novembre 2011

“L’acqua protagonista della Settimana Unesco”

Visita al museo delle Idrovore di Stagni-Ostia Antica

A come Acqua: questo il titolo della sesta edizione della Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile, che si terrà dal 7 al 13 novembre 2011 sotto l’egida della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Centinaia di iniziative animeranno le piazze, le scuole, i teatri, i parchi di tutta Italia per ricordare la più importante fonte di vita e di benessere del pianeta e i fattori che la minacciano, dai cambiamenti climatici ai modelli di consumo, dagli sprechi alla cattiva gestione.

La nostra Associazione sempre molto sensibile alle problematiche legate all’ambiente aderisce alle innumerevoli iniziative organizzando una visita al museo delle “Idrovore di Stagni-Ostia Antica” dove si può rivivere una parte della storia dei braccianti romagnoli che nel secolo XIX bonificarono il litorale romano. Esempio di Governo unitario e migliaia di uomini che sconfissero paludi e malaria.

Quando nel 1878 lo Stato unitario promulgò le prime leggi per il risanamento idraulico dell’Agro romano, Ostia e tutto il litorale erano aree occupate da stagni e paludi, dove la malaria ed altre malattie rendevano l’insediamento impossibile e rischioso. Fra il 1858 e il 1868 i tecnici dello Stato Pontificio avevano tentato il risanamento idraulico di alcune zone litoranee ma, i loro tentativi, non ebbero grande fortuna; ben presto le zone che erano state interessate dai lavori tornarono al loro stato insalubre e paludoso.

 

Il governo Pontificio, con l’intento di riportare alla produttività le antiche saline e di bonificare lo Stagno di Ostia, costituì nel gennaio 1858 la Società Pio- Ostiense. L’onere che la società Pio-Ostiense si era assunta era grande: infatti migliorare la produzione salina e riconsegnare lo Stagno di Ostia alla coltivazione erano obiettivi, per le capacità tecniche dell’epoca, molto difficili. Le idrovore sono ancor oggi un esempio unico.

Percorso:

Appuntamento al pontile P.za Dei Ravennati alle ore 10:00 per raggiungere il museo attraversando parte della pineta e percorrendo una parte della strada che costeggia il canale dei pescatori.

Ci si ritrova al piazzale alle ore 11:00 del museo dove le guide ci attendono per una visita che durerà circa 1:30 h.

Percorso facile tutto pianeggiante adatto a qualsiasi bicicletta ed ai bambini.

Il costo dell’ingresso al museo è di 7,00 €. Iscrizione entro giovedì 10, obbligatoria per poter comunicare alle guide il numero dei partecipanti

Raccomandazioni:

  • CASCO OBBLIGATORIO PER I BAMBINI, sia che pedalino sulla propria bici, sia che viaggino come passeggeri sul seggiolino della bici dei propri genitori.
  • SI RACCOMANDA IL CONTROLLO EFFICIENZA BICI + cacciagomme e cameradaria di scorta.
  • LUCCHETTO, per assicurare le bici durante le soste.
  • Gilet catarifrangente per eventuali tratti dopo il crepuscolo

Iscrizione all’associazione, versamento di 2,00 € per accendere l’assicurazione Infortuni.

Riferimenti:

Responsabile gita: Paolo Bonucci cell: 327 5861612 email: pb.bonucci@gmail.com

 FIAB – Roma – Ostia in Bici XIII