20 novembre 2009 – Comunicato in risposta all’intervista dell’assessore Olive

20 novembre 2009

In risposta all’intervista dell’assessore Amerigo Olive su ROMA UNO TV

Oggi nel corso di una intervista telefonica con ROMA UNO TV l’assessore Amerigo Olive ha dichiarato che la colpa di quei cartelli di divieto (divieto di transito alle biciclette ad Ostia P.zza Anco Marzio,ndr) è dei ciclisti. Quindi di tutti coloro che usano la bici per muoversi in città. Dichiarando altresì che uno sciagurato ciclista è sfrecciato proprio davanti al suo naso (senza investirlo però). La domanda sorge spontanea: se un automobilista impazzisce o sfreccia su una qualsiasi strada del nostro territorio falciando alcuni ignari passanti, che fa l’Assessore Olive? chiude la strada al transito per tutti?

Certe dichiarazioni si commentano da sole. Che l’Assessore Olive avesse un atteggiamento ostile e di fastidio nei confronti dei ciclisti urbani era cosa nota, che li considera una categoria in estinzione anche, prova ne è che da quando si occupa di mobilità e lavori pubblici non ha speso neppure un euro per la mobilità ciclabile sul nostro territorio. Però Assessore, non è così, siamo tanti e destinati ad aumentare.

Cordiali saluti

Alemanno Barsocchi Ostia in Bici XIII – Fiab