Nuovo piano per la mobilit? di Roma

Riportiamo l’articolo dove si annuncia la presentazione del nuovo Piano della Mobilità romana, non c’è traccia di come facilitare la mobilità alternativa su due ruote: "La Bicicletta". Chissà se il Presidente di Legambiente Parlati e l’assessore alla mobilità e trasporti S.Marchi conoscono cosa hanno fatto le altre città europee in proposito…….il dubbio è forte !!!!!!!!!

Se non si agisce in tempo passeranno altri 10 anni per il prossimo piano.

Paolo Bonucci- Ostia in Bici XIII


da "METRO" on-line di Roma del 3 febbraio 2009

Ad aprile piano per la mobilità

«A fine aprile presenteremo il nuovo piano strategico della mobilità sostenibile, che introdurrà importanti novità sul piano ambientale e del trasporto ecocompatibile». Lo ha annunciato l’assessore comunale alla Mobilità e trasporti Sergio Marchi, intervenuto all’assemblea cittadina promossa da Legambiente Lazio. «Potenziamento del trasporto pubblico, del ferro, chiusura dell’anello ferroviario, pedonalizzazione del tridente, sono i punti fondamentali – prosegue -. Intendiamo ottenere un considerevole miglioramento della qualità delle strade. Abbiamo concluso un protocollo con la fondazione Ania per ridipingere le strisce pedonali, monitorare i guardrail pericolosi, completare la sostituzione entro maggio dei cordoli delle corsie preferenziali con le borchie. Con Atac è in fase di completamento il progetto di telecamere che consentiranno di monitorare le preferenziali, per evitare che vengano percorse da chi non ne ha diritto». Sono proprio i temi caldeggiati da Legambiente. Rilancio del trasporto pubblico e riduzione del traffico in favore di una mobilità sostenibile e ciclabile: così Legambiente intende sensibilizzare i cittadini e indirizzare il lavoro sul nuovo piano generale del traffico urbano. «A piano non ancora esistente vogliamo mettere sul tavolo delle proposte, analizzando dati e numeri. Sono trascorsi 10 anni dall’ultimo piano e con questa assemblea inizia un nuovo percorso, un’occasione partecipata e aperta, con la possibilità per cittadini, associazioni, comitati, istituzioni locali ed esperti di far accogliere le loro istanze », ha detto il presidente di Legambiente Lazio Lorenzo Parlati. Nel raffronto 1999-2007 è cresciuto il numero dei passeggeri del sistema metro-tram-gomma, da 1045 a 1407 milioni. «Secondo un sondaggio Isfort – sottolinea Parlati – la metà dei romani sarebbe disposta a lasciare la propria auto ed è su questo che si deve far leva. Proprio per questa ragione il nuovo piano del traffico deve essere l’occasione per aggredire il traffico e lo smog, ridisegnando la città a misura d’uomo, con più mezzi pubblici e meno auto».